L' origine dei mobili country

Negli anni passati l'acquisto dei mobili per la casa veniva interpretrato come evento sociale, una sorta di "avvenimento" importante. Quando nasceva una bambina, infatti, il padre cominciava gia' a pensare alla futura dote, (che poteva consistere in vestiario, biancheria, tovaglie, ecc..), e il tutto veniva riposto in mobili come cassapanche, bauli e armadietti, pronto per il futuro matrimonio.


Il capo principale per la dote nunziale era la camicia da notte ornata da pizzi e merletti lavorati a mano durante le lunghe giornate invernali che di solito veniva indossata soltanto una volta, la prima notte di matrimonio. Seguivano poi lenzuola di lino, asciugamani, scialli e matasse di lana. La maggior parte delle volte questa dote veniva ripiegata in modo artistico e preciso all'interno dei mobili country, quasi a formare un decoro geometrico di colori e materiali diversi.

ll mobile veniva costruito da qualche famigliare provetto falegname secondo lo stile e le usanze del luogo e si comiciava anni prima a far stagionare all'aperto e in luogo asciutto e arieggiato il legname da lavorare, si trattava il piu' delle volte di legno del luogo come noce, ciliegio, abete o rovere. Spesso si trova anche la data del matrimonio dipinta o intagliata nella parte frontale del manufatto.

Nelle zone alpine ogni paese di montagna aveva uno stile di forme, decori e colori caratteristici di quella zona; in ogni caso, la varieta' dei modelli costruiti era limitata in quanto nella cultura contadina di un tempo non c'erano grandi esigenze di mobilio. L'arredamento si limitava, infatti, allo stretto indispensabile ovvero letto e comodini, molto spesso alti, (fino a 80 cm), con materassi di fogliacci o lana, armadio a 2 ante, (raramente venivano costruiti armadi con molte ante, poichè al contrario dei nostri tempi, si necessitava solo di due vestiti, uno per lavorare ed uno per le feste o eventi importanti), il como' o cassettone con 4 cassetti a volte molto profondi. Il mobile per la cucina vedeva spesso un porta-secchi e porta-piatti abbinati; non esistevano, infatti, impianti per portare l'acqua in casa, pertanto spesso i bambini erano delegati a rifornire la cucina riempiendo i secchi d'acqua dalla fontana.

Questa tipologia di mobili country e' abbastanza diffusa e uniforme nei diversi paesi del mondo, anche perchè le esigenze e le abitudini della cultura contadina non erano molto differenti da paese a paese, erano tutte legate allo scandire delle stagioni e alle risorse della terra.

Naturalmente oggi tutto e' cambiato, l'arredamento della casa ha tutto un altro significato, ma esiste ancora una fascia di clientela "particolare" e tradizionalista che preferisce farsi fare i mobili secondo i propri gusti e le proprie esigenze rivolgendosi al falegname di fiducia.

Categorie

Menu

Confronta prodotti


Non ci sono ancora prodotti da confrontare

I tuoi preferiti


Non hai ancora aggiunto prodotti ai preferiti