Come scegliere al meglio i tessuti giusti per la tappezzeria di un divano classico.

vecchio divano da ritappezzareAvete ereditato un vecchio divano stile Luigi Filippo, avete acquistato da un rigattiere delle sedie Biedermayer, dovete rifoderare una vecchia ottomana lastronata in noce e avete bisogno di qualche consiglio per non perdere tempo o peggio commettere errori ed avere rimpianti?

Innanzi tutto dobbiamo fare una scelta personale tra tre filosofie diverse:
1) scegliere la stoffa piu' consona allo stile del nostro divano.
2) Scegliere una stoffa neutra (bianca,beige o grigio perla).
3) Scegliere una stoffa contemporanea e fare un accostamento di contrasto.
La prima opzione implica una conoscenza minima degli stili e delle mode dell'epoca d'appartenenza al nostro divano, non e' nulla di difficile ma occorre documentarsi oppure consultare antiquari o appassionati del settore. Se si ha un pizzico di fortuna si puo' adottare un piccolo trucco: guardando sotto la fodera del divano spesso è possibile trovare pezzettini della stoffa originale rimasta sotto la precedente foderatura. Nel caso abbiate poca esperienza consiglio sempre di consultare un esperto del settore classico poiche' ogni stile ha una sua tipologia di stoffa, vi faccio alcuni esempi: divani stile '700, barocco e rococò si accostano perfettamente a stoffe damascate, velluti e gobelin;

divano stile rococò e luigi xv

divani o panche con linee piu' diritte in stile Luigi XVI si accostano a stoffe rigate abbinate a piccoli fiorellini; ottomane dell'800 si abbinano spesso a velluti con motivi floreali; per quanto riguarda i divani stile country si consigliano delle stoffe country colorate con fiori campestri o quadrettate;

divani country

per divani rustici esistono delle industrie che producono specifiche stoffe tirolesi, solitamente i colori predominanti sono il rosso bordeaux e il verde bosco.
poltrona rustica
Nel caso in cui si scelga la seconda opzione, invece, è vero che scegliere una stoffa "neutra" non implica rischio alcuno di stancarsi, nemmeno a lungo termine, ma è fondamentale pero' essere in grado di trovare il giusto contrasto (o sintonia) con l'arredamento circostante.
divanetto '800 con stoffa neutra
La terza scelta riguarda uno stile che propongono ultimamente molti architetti e consiste nell'accostare stoffe moderne con motivi geometrici e colori sgargianti a vecchi divani stile classico; a molti potrebbe sembrare un'accostamento troppo azzardato ma, se integrati in modo sapiente, divani di questo genere possono donare personalita' a tutto l'ambiente.
poltrone classiche con stoffe modernepoltrone classiche con stoffe moderne
In tutti e tre i casi è importantissimo trovare la qualita' di stoffa adatta, le piu' indicate sono le stoffe da arredamento ovvero tessuti pesanti adatti per la lavorazione in quanto sottoposti spesso e volentieri a forti tensioni, (come nel caso della particolare trapuntatura dei divani "Chesterfield"), e che garantiscano, inoltre, una lunga durata nel tempo (un rifacimento ben fatto deve durare almeno un altro ventennio).
Un piccolo trucco per capire se la stoffa si adatta o meno all'impiego nella tappezzeria classica consiste nello stringere forte la stoffa nel pugno, distenderla con la mano e vedere quanto resta sgualcita, la stoffa ideale deve rimanere con poche pieghe.
Consiglio sui colori: tenete presente che stoffe con toni a tinta unita uniforme sono molto meno pratiche in quanto aloni e macchie tendono a notarsi molto di piu', problema al quale si riesce, invece, ad ovviare con stoffe lavorate con disegni e geometrie.
Anche per quanto riguarda le stoffe con fantasie consiglio di evitare colori di fondo troppo chiari e se ciò fosse indispensabile sarebbe opportuno che il divano fosse sfoderabile per garantirne facili operazioni di lavaggio.

Indirizzo utile: Tappezzeria Trento Country Facile, Via 24 Maggio 10, 38122, Trento.

Categorie

Menu

Confronta prodotti


Non ci sono ancora prodotti da confrontare

I tuoi preferiti


Non hai ancora aggiunto prodotti ai preferiti