Mobili country: la storia del tavolo dalla sua nascita ad oggi.

Sin dall'eta' della pietra l'uomo si poneva il problema di trovare un posto comodo e tranquillo dove poter mangiare e si procurava, perciò, dei piani orizzontali ideali per l'appoggio del cibo. Sappiamo, inoltre, che anche le tribu' nomadi avevano dei tavoli leggeri da poter smontare e rimontare con facilita' in ogni luogo in cui si accampavano.
Col passare degli anni, nella cultura contadina dell'arredamento country, si stabili' che il tavolo doveva essere posto al centro del luogo piu' importante della casa, luogo in cui si svolgeva la maggior parte della vita sociale di allora, ovvero quello in cui si mangiava. La forma del tavolo si e' evoluta anche in base alle regole sociali del tempo, infatti, inizialmente, il tavolo aveva una forma rettangolare lunga e stretta e al posto di capo tavola sedeva la persona piu' importante della famiglia, (di solito il capostipite). Col passare degli anni e con l'evolversi delle condizioni sociali, si cominciarono a costruire tavoli quadrati e rotondi, forme ritenute piu' "democratiche".
Il materiale piu' usato per eccellenza nella costruzione dei tavoli e' da sempre il legno; questo e' dovuto alla sua facile reperibilita', alla sua economicita', ma soprattutto alla senzazione di "calore", (al tatto e dal punto di vista estetico), che esso è in grado di trasmettere.
Oggi, invece, le grandi industrie producono tavoli utilizzando i materiali piu' svariati (come marmo, ferro, acciaio, ecc..); ultimamente è molto utilizzato il vetro temperato, materiale che sembra ovviare al problema della fragilita' dimostrandosi, al contrario, robustissimo.
Rimane comunque un dato di fatto che nell'immaginario collettivo, quando si pensa ad un tavolo, tendiamo ad immaginarlo in modo tradizionalista, ovvero di forma rettangolare, in legno e presumibilmente con quattro gambe tornite, (immagini che si identificano anche nei tavoli raffigurati nei dipinti antichi, nelle case della nonna, nei fumetti, ecc..).
Negli ultimi anni si usa costruire tavoli di dimensioni ridotte ma allungabili, in modo da poter usufruire di piu' spazio nella vita quotidiana ma allo stesso tempo essere ideali anche nelle occasioni di feste, compleanni e ospiti inaspettati.
Dopo tutto il suo percorso e le sue evoluzioni nella storia, questo e' rimasto ancora il mobile piu' importante della casa, (non a caso si dice ancora: "ci sediamo a tavola e ne parliamo"); davanti ad tavolo dunque, ci si riunisce, si discute, si mangia e i figli spesso vi studiano.
Dobbiamo dunque considerare questo elemento d'arredo non solo da un punto di vista strettamente funzionale ma anche per la sua funzione sociale all'interno della casa.
Il mio consiglio è quello di non trascurare questo mobile al momento della scelta dell'arredamento delle nostre case, bisogna, percio', dargli la giusta importanza collocandolo nel luogo piu' importante e intimo della casa e scegliere la tipologia piu' adatta alle nostre esigenze.

Categorie

Menu

Confronta prodotti


Non ci sono ancora prodotti da confrontare

I tuoi preferiti


Non hai ancora aggiunto prodotti ai preferiti